• BkMoncalieri.jpg
  • unipolsai.jpg
  • RaicamSito.jpg
  • SanMarco.jpg
  • CraAsti.jpg
  • SanRocco.jpg
  • lagrange.jpg
  • Quarantotto.jpg

Ci sono voluti 2 set incolori per trovare il migliore sestetto. A causa degli infortuni che hanno afflitto i piemmetini durante le ultime settimane, mancavano l’opposto Romero, Pellegrino e durante il  1° set un infortunio muscolare ha eliminato il giovane Alessandro Vido, la squadra è apparsa svogliata, rassegnata, anche dalla ininfluente importanza del risultato; ma poi è venuto fuori l’orgoglio,  la voglia di vincere e a questo punto i pmt boys hanno dimostrato di avere le potenzialità e il gioco che i tifosi del Palablu conoscono.

Davide Menardi  aiutato dalla migliore ricezione garantita da Matteo Gally, un esordio interessante il suo in posto 4, da un Gianluca Prato preciso in ricezione, difesa e costruzione del gioco, da un Matteo Serini che si è messo a giocare come lui sa fare e dai 2 centrali Arena e Costa che hanno preso il dominio della rete, ha giostrato la squadra con saggezza e distribuito palloni con precisione. Ma anche Simone Segato in posto 4  si è difeso con una ricezione sufficiente e con alcuni attacchi devastanti pur con qualche errore di troppo.

Molte le attese a Moncalieri, Torino, Testona e Nichelino per questi play off che potrebbero dare la partecipazione alla prossima serie B e  premiare un gruppo di ragazzi, allenatori e dirigenti che ci hanno sempre creduto.

Intanto sabato 7 maggio al Palablu ore 18,30  incontro al vertice tra PMT  Pallavolo Torino e Gerbaudo Savigliano, anticipo interessante dei play off.

Molti i problemi da risolvere per coach Ravera. Ancora indisponibile Pellegrino, nell’incontro di domenica scorsa contro il San Paolo si è infortunato a una caviglia Alberto Romero che era diventato un vero punto di forza di PMT Pallavolo Torino nel ruolo di opposto. Potrebbe essere sostituito da Paolo Manzella, ma è pronto anche Simone Segatto che in questo ruolo, inedito per lui, ha già giocato alcuni spezzoni di partita. Tra le note positive il recupero dell’alzatore Iacopo Violino che ha cominciato ad allenarsi . Così i nuovi impegni di lavoro di Matteo Serini gli consentono di allenarsi con maggiore continuità.  In posto 4  ha esordito domenica scorsa con buon profitto il giovane Alessandro Vido classe 1999, un battesimo di fuoco il suo.

 

 

Germania M: Scudetto in 3 partite per il Berlino di Serniotti

 

 

Tripletta Coppa di Germania, Coppa CEV e Campionato per il Berlino - foto Berlin Recycling Volley

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Subito scudetto in Germania per Serniotti - foto Berlin Recycling Volleys

 

 

 

 

 

 

 

 

Finale: Gara 3 (1 maggio)
BERLIN RECYCLING Volleys - VfB Friedrichshafen 3-0
(26-24, 25-16, 25-21) Serie: 3-0
Berlino: Zhukouski 4, Lotman 10, Le Goff 3, Carroll 15, Kromm 12, Fischer 5, E. Shoji (L); Kuhner 2, De Marchi 0. Non entrati: Baroti, Schott, Kmet. All: Serniotti.
Friedrichshafen: Tischer 5, B. Geiler 6, Honoré 12, Gontariu 4, Andrae 2, Gauna 6, Perry (L); Luis Venceslau 1, Finger 2, Aciobanitei 0, Kocian 0. Non entrati: Spath, J. Gunthor, Nalobin. All: Moculescu.

BERLINO - Nel giorno dell'addio al volley di coach Moculescu il Berlino di Serniotti e De Marchi termina la sua trionfale stagione aggiudicandosi dopo Coppa di Germania e Coppa CEV anche lo scudetto, chiudendo in 3 partite la serie di finale contro il Friedrichshafen di fronte agli 8120 spettatori della Max-Schmeling-Halle.

Gara 3 è stata combattuta solo nel 1° set deciso nel finale dagli ace (12 a 1 il conto totale!) dello specialista Kuhner (24-23) e di Carroll (26-24).


Con l'ultima gara di play off si conclude una stagione che ci ha portato tanta soddisfazione e grandi risultati, coronando il tutto col raggiungimento di un obiettivo impensabile ad inizio anno, come il passaggio nella categoria (fascia) superiore.

Le parole di coach Leone: “Ringrazio tutte le ragazze per il lavoro svolto in palestra: l'aver creduto subito in me, mettendoci tanta attenzione in quello che chiedevo, ci ha permesso di mettere il piede sull'acceleratore ed essere competitivi fin da subito.

I play off ci hanno reso invece consapevoli del lavoro che c'è ancora da fare per poter competere egregiamente anche il prossimo anno, ma il bello di allenarsi è proprio questo, migliorarsi giorno dopo giorno e confrontarsi con le altre squadre sui campi di gara che regalano sempre mille emozioni.”

Percorso

Joomla BJ Metis template by ByJoomla.com